14/12/2023 Intervista a Famiglia Cristiana – LA PARITÀ IN ITALIA È ANCORA UN’INCOMPIUTA

15 Dicembre 2023

Parla la presidente delle scuola cattoliche Virginia Kaladich. «La libertà di scelta educativa in Italia ancora non esiste, unico caso in Europa insieme alla Grecia. La crisi economica che stiamo ancora attraversando ha messo in difficoltà soprattutto le famiglie»

Nel sistema scolastico italiano, già alle prese con dispersione e calo demografico, si riaccende il dibattito sull’educazione all’affettività. Virginia Kaladich, presidente nazionale della Fidae, la Federazione degli istituti cattolici che raccoglie soprattutto scuole primarie e secondarie, ci racconta che momento è questo per le paritarie cattoliche e quali sono le sfide all’orizzonte.

Presidente Kaladich, è l’anno zero per la scuola?
«Per la scuola non c’è mai un anno zero, perché partiamo sempre da ciò che di buono è stato fatto e i nostri istituti, molti dei quali nati prima dell’Unità d’Italia. Hanno una ricchezza inestimabile di buone pratiche che in tanti territori, soprattutto quelli montani o quelli più sperduti, hanno rappresentato un punto di riferimento importante per il sistema d’istruzione di tutto il Paese. Oggi però siamo pronti per affrontare nuove sfide, l’emergenza sanitaria e sociale post pandemica, la guerra in Ucraina e ora il conflitto in Medio Oriente: c’è un mondo che sembra andare in pezzi e a farne le spese sono i nostri ragazzi che hanno sempre più difficoltà a sognare, a guardare con fiducia e speranza al loro futuro. Ecco perché quest’anno abbiamo scelto di mettere al centro di tutte le attività della Federazione due temi, l’incanto e la meraviglia. Sono due categorie del pensiero che possono sembrare molto “alte” e poco in sintonia con il mondo reale e che invece abbiamo declinato in azione e in fatti concreti, anche grazie ai giorni di convegni ed eventi che si sono svolti qualche giorno fa a Roma, dopo la nostra 78esima Assemblea».


Vai all'intervista completa