AVVISO SPECIALE 07/2024. PRESENTAZIONE DEI PIANI FORMATIVI AZIENDALI E SETTORIALI / TERRITORIALI ATTRAVERSO IL FINANZIAMENTO A SPORTELLO

AVVISO SPECIALE 07/2024 . PRESENTAZIONE DEI PIANI FORMATIVI AZIENDALI E SETTORIALI / TERRITORIALI ATTRAVERSO IL FINANZIAMENTO A SPORTELLO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI FORMAZIONE RIVOLTI A LAVORATORI DESTINATARI DI INTEGRAZIONE SALARIALE, AI SENSI DEL DECRETO DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI, DI CONCERTO CON IL MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL 21 APRILE 2023

Ente finanziatore: FONDER
Area Geografica: ITALIA
Scadenza: Le richieste di finanziamento per i piani formativi possono essere presentate a FondER a partire dal 05/02/2024 e fino al 30/06/2024. Il CDA di FondER si riserva la facoltà, esercitabile a suo insindacabile giudizio, di modificare i tempi e le date del presente Avviso, eventualmente anche prorogandolo, nelle forme e nei modi che riterrà opportuni, utilizzando la medesima tipologia di pubblicazione.
Spese finanziate: Interventi di formazione a favore degli enti attraverso il finanziamento a sportello
Beneficiari: Aderenti a FondER
Settore: Istruzione, Socio-Assistenziale-Educativo, Altro
Sovvenzione: L’importo del Piano Formativo dipende dal numero di dipendenti dell’Ente Giuridico
Dotazione finanziaria: 1.013.334,00 €.

Max importo per progetto: Dipende dal numero di ore di durata del progetto e dall’importo di cui può beneficiare l’ente.  Tale importo è il massimo di cui l’azienda può beneficiare nel quadro del presente Avviso e degli altri Avvisi ordinari e tematici emanati dal Fondo nell’annualità 2024 e relativi ai piani formativi aziendali e settoriali/territoriali, a prescindere dal numero e tipologia di Piani in cui è presente.


Descrizione del bando: 
Con il presente Avviso, al fine di favorire percorsi di incremento delle competenze dei lavoratori destinatari di trattamenti di integrazione salariale in costanza di rapporto di lavoro finalizzati al mantenimento del livello occupazionale nell’organizzazione, FondER finanzia i percorsi di incremento delle professionalità di lavoratori destinatari dei trattamenti di cui agli articoli 11, 21, comma 1, lettere a), b) e c). e 30 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148; tali percorsi possono concorrere anche alla realizzazione delle iniziative di carattere formativo o di riqualificazione dei lavoratori beneficiari di integrazioni salariali straordinarie definite ai sensi del decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 2 agosto 2022 n. 142, recante «Modalità di attuazione delle iniziative di carattere formativo o di riqualificazione dei lavoratori beneficiari di integrazioni salariali straordinarie».
Al presente Avviso hanno accesso anche le aziende aderenti a FondER che abbiano optato per l’attivazione del Conto Formazione.

Soggetti beneficiari: Sono Enti beneficiari degli interventi gli enti ecclesiastici, le associazioni, le fondazioni, le cooperative e aziende di ispirazione religiosa, le imprese con o senza scopo di lucro aderenti a Fond.E.R. , con personale dipendente per il quale si versa lo 0,30% ex art. 25 della legge n. 845/1978 destinato ai Fondi interprofessionali per la formazione continua (L.388/2000 e s.m.i.), salvo quanto stabilito dal Ministero del Lavoro con riferimento ai lavoratori religiosi.
Si ricorda che lo stato di adesione di una matricola INPS è comunque riscontrabile dal datore di lavoro nella sezione “Fondi Interprofessionali” del Cassetto Previdenziale INPS. Nel caso in cui riporti il Codice FREL tale matricola è a tutti gli effetti aderente a Fond.E.R. . Infine si precisa che la data di adesione coincide con la data di invio del flusso UNIEMENS con il quale è stata avviata la procedura di adesione al Fond.E.R.

Sono destinatari degli interventi i lavoratori beneficiari dei trattamenti di integrazione salariale di cui agli articoli 11, 21, comma 1 lettere a), b) e c), e 30 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148: , inclusi gli apprendisti, occupati presso gli Enti beneficiari.

Possono essere destinatari, altresì, i lavoratori beneficiari di integrazioni salariali straordinarie definite ai sensi del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del 2 agosto 2022 n. 142.

Ogni Piano formativo, dunque, deve prevedere il 100% del totale delle ore del Piano rivolte a lavoratori destinatari dei trattamenti di integrazione salariale di cui al punto 1 del presente Avviso.

Tipologia di azioni finanziabili: 

Il Piano formativo può realizzarsi a livello aziendale o settoriale/territoriale, nel rispetto dei requisiti e delle condizioni previste dall’Avviso.

Gli interventi formativi promossi devono avere come obiettivo l’incremento delle competenze dei lavoratori degli Enti aderenti che, in costanza di rapporto di lavoro, siano destinatari di trattamenti di integrazione salariale ed in particolare percorsi di upskilling e/o reskilling, e devono favorire l’accrescimento, la riqualificazione, e l’occupabilità degli stessi, anche nell’ambito riorganizzativo di programmi aziendali volti a “realizzare processi di transizione.

Tipologia di Piani Formativi

Piani formativi aziendali e settoriali/territoriali a sportello e finanziati in ordine cronologico di presentazione, previo espletamento della procedura valutativa.

Durata del piano formativo: 12 mesi a partire dalla data di avvio del primo progetto del piano.


Maggiori informazioni