News Normativa

Coronavirus – vademecum e normativa


Comportamenti da seguire

 

POSSO USCIRE DI CASA?
Bisogna stare a casa. Si può uscire solo per andare al lavoro, per cose davvero necessarie come fare la spesa per mangiare o per motivi di salute.

POSSO INCONTRARE ALTRE PERSONE?
Sì, per motivi di lavoro, salute o per necessità, mantenendo la distanza di almeno 1 metro.

COSA DEVO FARE SE NON STO BENE?
Chi ha tosse e febbre maggiore di 37,5°C deve rimanere a casa, limitare al massimo i contatti con gli altri e telefonare al medico curante. Non andare al pronto soccorso.

COME MI COMPORTO SE SONO IN QUARANTENA O AFFETTO DAL CORONAVIRUS?
È assolutamente vietato muoversi da casa. In caso di necessità, rivolgersi alle autorità sanitarie.

POSSO ANDARE DA AMICI O PARENTI?
È vietato formare gruppi in luoghi aperti o chiusi. Se si deve andare da amici o parenti per fornire loro assistenza, si deve usare la massima precauzione, sapendo che si rischia il contagio, per noi e per loro. Si deve quindi mantenere almeno 1 metro di distanza dagli altri.

POSSO PORTARE IL CANE IN GIRO?
Sì, nelle vicinanze della propria abitazione e per il tempo strettamente necessario.

POSSO ANDARE A TEATRO, AL MUSEO O AL CINEMA?
No, manifestazioni, eventi e spettacoli sono sospesi.

POSSO FARE SPORT O ANDARE A VEDERE UNA PARTITA?
No, le attività sportive sono sospese e saranno chiuse palestre, piscine e centri sportivi. È consentito svolgere attività motorie all’aperto mantenendo molto la distanza dalle altre persone ed evitando assolutamente attività sportive in gruppo.

POSSO ANDARE A MESSA?
No, le funzioni religiose sono sospese. I luoghi di culto sono aperti, purché si mantenga la distanza di un metro.

IL MIO DATORE DI LAVORO MI PUÒ L CHIEDERE DI ANDARE IN UFFICIO?
È raccomandato di promuovere il lavoro da casa e periodi di congedo e ferie.

POSSO PORTARE MIO FIGLIO A SCUOLA? POSSO ANDARE ALL’UNIVERSITÀ?
No, sono chiuse scuole e università. Si possono svolgere lezioni a distanza, tenendo conto delle esigenze degli studenti con disabilità.

SONO UN MEDICO SPECIALIZZANDO, ANCHE I MIEI CORSI SONO SOSPESI?
No, non sono sospesi i corsi per i medici specializzandi, di formazione specifica in medicina generale e le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie.

I LOCALI SONO APERTI?
Bar, pub e ristoranti possono restare aperti tutti i giorni, dalle 6 alle 18. In tutti i locali sono vietate le attività di intrattenimento o ludiche, come la musica dal vivo.

E I NEGOZI?
I negozi sono aperti. Va evitato lo shopping. Si entra nei negozi per acquistare i beni necessari e si torna a casa.

E LE FARMACIE?
Le farmacie sono aperte.

E I CENTRI COMMERCIALI? E I GRANDI SUPERMERCATI?
Nei giorni festivi e prefestivi, sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita e i negozi presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati.

MA NON RISCHIO IL CONTAGIO?
In tutti i luoghi va garantita la distanza di sicurezza di almeno 1 metro, pena la sospensione dell’attività.

COSA RISCHIO SE NON RISPETTO QUESTE INDICAZIONI?
Commetti un reato e rischi l’arresto fino a tre mesi o un’ammenda fino a 206 euro, salvo che il fatto costituisca un reato più grave.


NOTA BENE: Per limitare così la diffusione del coronavirus, il Capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha firmato un’ordinanza che consente ai cittadini di ottenere dal proprio medico il «Numero di ricetta elettronica» senza più la necessità di ritirare fisicamente, e portare in farmacia, il promemoria cartaceo. Ora basterà semplicemente mostrare il codice in farmacia per ottenere i medicinali che necessitano della prescrizione medica.