Docete numero 40 – maggio – giugno 2024

29 Maggio 2024

Campus e dintorni…

Editoriale di Virginia Kaladich
Presidente Fidae

Nell’ambito del programma formativo 2023-2024, la Fidae ripropone a Ravenna, dal 21 al 27 luglio 2024, la consolidata esperienza del Campus estivo Incanto e ispirazione, le chiavi per l’educazione, un’esperienza di formazione realizzata in continuità con i percorsi degli ultimi anni, dedicata a coordinatori, docenti, gestori, personale educativo, segretari.
L’ouverture aperta al pubblico, domenica 21 luglio alle ore16.00 con il Convivium delle Idee che vedrà interloquire i partecipanti con Luca Solesin, Ernesto Diaco e Virginia Kaladich. Ogni cambiamento ha bisogno di un cammino educativo che coinvolga tutti, per questo è necessario costruire un villaggio dell’educazione dove, nella diversità, si condivida l’impegno di generare una rete di relazioni umane e aperte. Sei giorni di incontri, confronti, lavori di gruppo e momenti di relax. Unisciti a noi per un’esperienza indimenticabile, dove l’incanto e l’ispirazione si incontrano per plasmare il futuro dell’educazione. I corsisti potranno avvalersi della consulenza dei formatori inmomenti informali e nel corso di piacevoli serate.
Un’altra occasione per confrontarci sarà l’Evento pubblico nella mattinata di sabato 31 agosto 2024 a Genova, nella Sala delle Grida, sul tema dell’intelligenza artificiale.
Esserci per scambiare buone pratiche e conoscenze

Duc in altum!


Si educa con ciò che si è

Editoriale di Gianni Epifani
Direttore Responsabile

Siamo giunti alla conclusione anche di questo IX anno di Docete. Un ringraziamento va a tutta la redazione, per l’impegno, la passione e la competenza che mette in questa avventura, e alla presidente, per gli spunti continui che attraverso la sua inesauribile energia ci trasferisce, che sono la misura diquanto la Fidae sia una realtà dinamica, attenta alla scuola e protesa alla crescita umana e culturale delle giovani generazioni.
Questo spirito, unito alla testimonianza che ogni giorno i docenti degli istituti associati portano nelle classi, fa dell’educazione e della formazione nelle scuole cattoliche una delle più alte missioni nella società. Tornano utili, a tal fine, le parole di Ignazio di antiochia, che nel II secolo d.C. scriveva: «Si educa con ciò che si dice; di più, si educa con ciò che si fa; ancor più si educa con ciò che si è».
Docete da anni è uno strumento attraverso il quale questa missione è comunicata e partecipata e che, in qualche modo, è parte di quella testimonianza di attenzione e cura nei confronti di chi fa scuola e di vive la scuola. Attenzione e cura che vogliamo continuare a raccontare ed esprimere, motivati anch edal sostegno di voi lettori che ci seguite e non mancate mai di farci giungere il vostro apprezzamento.
Grazie e arrivederci al prossimo anno.


Scarica il numero in .pdf