Nelle indicazioni operative, vi è la dicitura “i docenti interni eventualmente impiegati devono svolgere le attività previste dal progetto al di fuori del loro normale orario di servizio”. Di conseguenza se le attività fossero svolte in orario curricolare dovrebbe essere necessariamente nominato un esperto/tutor. Oppure un docente dipendente dall’Ente potrebbe svolgere attività in qualità di esperto (requisiti permettendo) in attività curricolari di altro ordine di scuola. In orario non coincidente con il proprio orario curricolare.

27 Novembre 2023

E’ possibile, ci vorrà un formale ordine di servizio con incarico aggiuntivo, purché il docente venga selezionato tramite Avviso pubblico.

“Il personale necessario ed essenziale allo svolgimento delle attività di progetto, in qualità di formatore o esperto in possesso delle relative competenze, deve essere individuato dalle scuole, soggetti attuatori degli interventi, nel rispetto dei principi di parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, pubblicità, assenza di conflitto di interessi, attraverso procedure selettive.” (pag. 9 Indicazioni operative).

“Più in particolare, sulla piattaforma è necessario inserire tutta documentazione relativa alle procedure di conferimento degli incarichi al personale docente ed esperto individuato per lo svolgimento delle attività nell’ambito dei costi diretti connessi alle UCS (a titolo di esempio, per ciascuna procedura: avviso pubblico per la selezione, verbale di nomina della Commissione di valutazione, dichiarazioni di assenza di conflitto di interessi da parte del Responsabile del procedimento e dei componenti la Commissione, graduatoria, lettere/contratti di incarico con il personale selezionato datate e firmate, curriculum vitae datato e firmato, etc.). Nel caso in cui una o più attività siano state affidate a soggetti esterni, è necessario altresì inserire tutta la documentazione relativa all’individuazione della persona giuridica (bando/avviso, eventuale commissione di valutazione delle proposte, eventuale graduatoria, dichiarazioni di assenza di conflitti di interesse, contratto, titolare effettivo, documento sulla tracciabilità, DURC, etc.)” (pagg. 17/18 Indicazioni Operative).

Nell’ambito del Costo Unitario è possibile organizzare i corsi con Società esterne (che quindi vengono pagate tramite fattura) che mandi i propri docenti a svolgere i corsi? Chiaramente indicando poi in fattura: CUP, codice del corso e date? Si può pagare la docenza non direttamente al docente ma ad una società esperta che mandi i propri collaboratori?

SI purché l’Azienda sia stata selezionata con Avviso pubblico (cfr. pagg. 17/18 Indicazioni Operative). Suggeriamo di richiedere all’Azienda di individuare i collaboratori competenti e di fornire i CV degli esperti, assicurando, in caso di indisponibilità di un formatore, la sostituzione dello stesso con altro formatore titolato.