Formazione su richiesta

LE ISCRIZIONI AL PROGETTO ERASMUS + MOBILITÀ 2020 SONO CHIUSE 

Erasmus Plus – Mobilità per l’apprendimento – Azione chiave 1

La FIDAE con questa iniziativa promuove la partecipazione delle scuole associate all’azione chiave 1 del programma Erasmus Plus, che prevede il finanziamento della mobilità del personale docente e non, nella prospettiva di favorire l’innovazione didattica e metodologica sulla base di esperienze di formazione e periodi di osservazione didattica in un altro paese europeo.

L’azione chiave 1 finanzia la mobilità del personale docente e non docente per partecipare a corsi strutturati o eventi di formazione e a periodo di osservazione presso una scuola partner o in un altro ente competente in materia di istruzione scolastica (il c.d. job shadowing).

La durata della mobilità potrà essere di 5/7 giorni.

Le scuole possono proporre per la mobilità un numero di persone, tra docenti e non docenti, che può oscillare da 1 a max 5 unità.

Che cosa è Erasmus Plus?

Erasmus Plus è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020

Il programma, approvato con il Regolamento UE N 1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, combina e integra tutti i meccanismi di finanziamento attuati dall’Unione Europea fino al 2013:

  • il Programma di apprendimento permanente (Comenius, Erasmus, Leonardo da Vinci, Grundtvig)
  • Gioventù in azione
  • i cinque programmi di cooperazione internazionale (Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink e il programma di cooperazione bilaterale con i paesi industrializzati). Comprende inoltre le Attività Jean Monnet e include per la prima volta un sostegno allo Sport.

Il programma integrato permette di ottenere una visione d’insieme delle opportunità di sovvenzione disponibili, mira a facilitare l’accesso e promuove sinergie tra i diversi settori rimuovendo le barriere tra le varie tipologie di progetti; vuole inoltre attrarre nuovi attori dal mondo del lavoro e dalla società civile e stimolare nuove forme di cooperazione.

Ultimi Bandi

Docete numero 26 – settembre – ottobre 2021

Il nostro Capodanno Editoriale di Virginia Kaladich Presidente Fidae Il nuovo anno inizia a settembre per la scuola; come da tradizione, porta con sé i buoni propositi per il futuro e la FIDAE si presenta all’appuntamento con tante iniziative. Siamo partiti da Trento, in occasione del Consiglio Nazionale di fine agosto, lanciando lo slogan #insiemefuturiamo, [...]

Docete numero 25 – maggio – giugno 2021

Lanci e bilanci

Editoriale di Virginia Kaladich
Presidente Fidae

Siamo alla fine di un anno scolastico unico nella declinazione del fare scuola, che ha visto la FIDAE impegnata, con passione e determinazione, in tante iniziative.

Da #vogliamofarescuola2, l’appuntamento settimanale dei Mercoledì della FIDAE, che nei mesi da ottobre a maggio ha visto la partecipazione alternata di circa milleduecento docenti, alla sfida delle 3 S: sicurezza (per garantire la salute e il bene comune), squadra (perché da soli non si va da nessuna parte) e soluzioni (rapide, per arginare la diffusione del virus).

Attività che hanno avuto un unico obiettivo: lo “star bene” dei nostri ragazzi, anche in una situazione che spesso li ha tenuti distanti dalla scuola, dove la didattica di vicinanza ha sempre prevalso. E proprio a loro è stato dedicato l’incontro con Alessandro D’Avenia, evento online che ha coinvolto circa tremila studenti delle nostre scuole.

naturalmente, tra le attività promosse non può mancare la menzione di Docete, la nostra rivista pensata per far discutere e riflettere sui temi più importanti della scuola, dell’educazione e dell’apprendimento.

Tanto impegno, insomma, ma anche un po’ di amarezza nel rilevare come, in Italia, coloro che abitano la scuola paritaria, alunni, genitori e docenti, non abbiano ancora piena cittadinanza nel Sistema pubblico integrato dell’istruzione. neanche il secondo anno scolastico vissuto in emergenza sanitaria e sociale ha fatto comprendere a coloro che provvedono a Ristori… Sostegni… Piano estate che bisogna parlare di scuola tutta e per tutti. ma su questo, è certo, continueremo a farci sentire, perché la posta in gioco è alta: il futuro delle nuove generazioni.

Ci rivediamo a settembre con nuovo slancio e vigore e un rinnovato appuntamento con Docete.

Duc in altum!

Docete numero 24 – Marzo – Aprile 2021

Un nuovo modello di scuola

Editoriale di Virginia Kaladich
Presidente Fidae

Abbiamo una nuova squadra di governo impegnata a gestire la terza ondata della diffusione del covid-19, con le sue varianti, e a progettare il dopo pandemia, anche per la scuola. auguriamo buon lavoro al neo-nominato Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, ma anche al nuovo ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e ai sottosegretari, barbara Floridia e Rossano Sasso.

Il coordinamento agorà della parità (AGeSc – CDO opere educative – CNOS scuola – CIOFS scuola – FAES – FIDAE – FISM – Fondazione Gesuiti Educazione) ha già collaborato con bianchi nei mesi scorsi quando, chiamato a presiedere il gruppo di esperti per la riapertura delle scuole, si è fatto apprezzare per la professionalità e l’impegno.

La FIDAE è disponibile a collaborare ancora, affinché il sistema di istruzione italiano, nel segno della vera parità, possa rinnovarsi e innovarsi, nella consapevolezza che investire nella scuola significa investire nella ripresa e nello sviluppo del nostro Paese.

Il coronavirus ha cambiato le nostre vite e ha imposto serie riflessioni anche in questo ambito; dobbiamo cambiare modello, come ci invita a fare Papa Francesco, affinché l’educazione sia integrale e inclusiva, capace di ascolto paziente e di dialogo costruttivo, di trasformare gli studenti e farli diventare protagonisti diretti e costruttori del bene comune e della pace.

Il Recovery Plan può essere una grande occasione anche per questo fine, nel rispetto del diritto primario della famiglia a educare e a scegliere l’educazione dei propri figli.

Duc in altum!