POLARIS. Iniziative innovative per l’orientamento e la formazione di studenti e studentesse in ambito STEM

Ente finanziatore:  FONDO PER LA REPUBBLICA DIGITALE
Area Geografica:  ITALIA
Scadenza:  entro le ore 13.00 del 7/06/2024
Spese finanziate:  Non rilevate. Nella sezione “Tipologia di azioni finanziabili” vengono riportate le “Spese non finanziabili”
Settore (profit / no profit / PMI / Cooperative / Associazioni / Scuole / Istituzioni Formative):
Dotazione finanziaria (importo del bando): 20 milioni di euro, così ripartiti:

  • Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Trentino-Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto :  10.600.000 € .
  • Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia : 9.400.000 .

Max importo per progetto:
Richiedano un contributo compreso tra un minimo di 400 mila e un massimo di 1 milione di euro;


Descrizione del bando

Il presente bando ha l’obiettivo di sostenere progetti rivolti alla formazione e all’orientamento di studenti e studentesse delle scuole secondarie di primo e secondo grado, nell’ottica di sostenere un accrescimento delle conoscenze e competenze STEM per favorire un approccio costruttivo, aperto e consapevole nella scelta dei percorsi formativi e professionali futuri e quindi per supportare studenti e studentesse nella fase di transizione fra i diversi cicli di studi.

Conseguentemente, il bando intende finanziare progetti che siano rivolti in maniera esclusiva a un target tra i seguenti due:

  • studenti e studentesse iscritti al secondo e al terzo anno della scuola secondaria di primo grado

oppure

  • studenti e studentesse iscritti al terzo, quarto e quinto anno della scuola secondaria di secondo grado.

In particolare, è obiettivo del bando finanziare progetti che siano capaci di trasmettere una consapevolezza maggiore sulla rilevanza delle competenze STEM in quanto funzionali allo sviluppo dei talenti e delle inclinazioni personali in senso olistico, facendole diventare patrimonio accessibile per tutti gli studenti e studentesse, applicando e sperimentando modelli educativi e didattici innovativi.

Per le scuole secondarie di primo grado, tale obiettivo include la proposta di metodologie formative che assicurino la creazione di un ambiente stimolante e incoraggiante che consenta ai beneficiari di avvicinarsi alle materie STEM in modo graduale e inclusivo e che li supporti nel processo decisionale verso il successivo ciclo di studi.

Per le scuole secondarie di secondo grado, tale obiettivo include la creazione di consapevolezza a proposito del panorama di scelte in ambito STEM offerte dalla formazione terziaria e la proposta di un orientamento che sottolinei le opportunità future di tali percorsi per lavorare in ambito pubblico e privato, permettendo di rafforzare la convinzione di chi già ha una passione per le STEM, e dando l’opportunità a chi si sente lontano dal mondo STEM di conoscerlo meglio.

Soggetti beneficiari

Soggetto responsabile:

  1. a) essere stato costituito da almeno due anni in forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata o registrata;
  2. b) non avere mai svolto attività in contrasto con le finalità del Fondo;
  3. c) aver presentato una sola proposta in risposta al presente bando. Nel caso di presentazione di più proposte da parte di uno stesso Soggetto responsabile, queste verranno tutte considerate inammissibili;
  4. d) non essere presente in altre proposte in qualità di partner nel presente bando, pena l’esclusione di tutte le proposte in cui esso è presente;
  5. e) avere la sede legale in Italia.

Caratteristiche dei partner

Gli altri soggetti del partenariato, ulteriori rispetto al Soggetto responsabile, devono essere enti pubblici o privati senza scopo di lucro.

Le università, i centri di ricerca e le associazioni di categoria possono partecipare esclusivamente in qualità di partner.

Caratteristiche del partner scolastico

La proposta progettuale deve prevedere il coinvolgimento di almeno una scuola in qualità di partner scolastico. Il numero di partner scolastici coinvolti non rientra nel computo del numero massimo dei “soggetti del partenariato”.30

Le scuole possono partecipare esclusivamente in qualità di partner scolastico. Ciascuna scuola può partecipare ad un’unica proposta progettuale.

Caratteristiche del partner for profit

La proposta progettuale può prevedere la partecipazione all’interno del partenariato di un unico partner for profit che sia coinvolto nelle sole attività di orientamento e formazione in ambito STEM, rispetto alle quali gli altri soggetti del partenariato non sono in grado di provvedere in autonomia in virtù della particolare natura dell’apporto fornito.

Tipologia di azioni finanziabili

Le proposte progettuali devono prevedere azioni puntuali che assicurino la formazione e l’orientamento dei beneficiari, li coinvolgano nella scoperta e nella presa di consapevolezza dell’importanza delle competenze STEM e forniscano una visione completa e informata delle opportunità offerte dal mondo scientifico e digitale, con particolare attenzione al grado di esperienza del target di riferimento.

Gli interventi proposti possono prevedere azioni di:

  • formazione per studenti e studentesse volta ad avvicinarli al mondo STEM in modo graduale e comprensibile e a valorizzarne talenti e diversità attraverso l’utilizzo di metodologie e pratiche interattive e innovative, anche prevedendo il coinvolgimento diretto delle università;
  • orientamento, curato da professionisti del settore, volto a fornire la migliore panoramica delle opportunità offerte dalla formazione secondaria e terziaria e dal mondo del lavoro in ambito STEM, anche prevedendo il coinvolgimento diretto delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, affinché i beneficiari possano fare esperienza diretta del mondo del lavoro in determinati ambiti (per esempio attraverso la realizzazione di tirocini e PCTO in ambito STEM);
  • formazione dei docenti e sensibilizzazione delle famiglie per creare attorno a studenti e studentesse ambienti stimolanti e comunità educanti libere da stereotipi, consapevoli e aperte alle opportunità per le generazioni future e concilianti con le attitudini e le preferenze dei giovani, mirando a creare un effetto sistemico virtuoso.

Spese non finanziabili:

Non sono considerate ammissibili, e pertanto non valide ai fini della rendicontazione dei costi di progetto, le seguenti voci di spesa:

  1. a) spese di progettazione;
  2. b) fatture emesse fra i soggetti del partenariato: le spese sostenute dai partner di progetto, ivi compresi il partner for profit e i partner scolastici, andranno documentate con le stesse modalità previste per il Soggetto responsabile;
  3. c) erogazioni di contributi finanziari destinati al finanziamento di altri progetti;
  4. d) spese sostenute da enti (anche se consorziati o associati ai partner del progetto) non presenti tra i soggetti del partenariato;
  5. e) contributi richiesti per il finanziamento di attività non strettamente connesse alla realizzazione del progetto, quali ad esempio contributi per la gestione ordinaria delle attività usualmente svolte da uno qualsiasi dei soggetti del raggruppamento;
  6. f) spese soggette a rimborso da altri enti (fondazioni, amministrazioni pubbliche, Unione Europea, ecc.);

g)spese per la creazione, sviluppo e funzionamento di siti internet;

  1. h) spese per la realizzazione e/o sviluppo di piattaforme web necessarie alla realizzazione delle attività di formazione e orientamento in ambito STEM, in una percentuale superiore al 5% del contributo richiesto;

i)oneri finanziari, commissioni bancarie e ammortamenti;

  1. j) qualsiasi costo che non dia luogo a un esborso monetario (quali, ad esempio, valorizzazione del lavoro volontario, immobili messi a disposizione delle attività progettuali, ecc.);
  2. k) contributi in denaro, autodichiarazioni di spesa, rimborsi forfettari a persone fisiche o giuridiche–ad esempio premi in denaro, contributi liberali, finanziamenti di altri progetti, sponsorizzazioni, donazioni, diarie, spese non comprovate da documenti dispesa;

l)spese per la riqualificazione/ristrutturazione di infrastrutture fisiche immobiliari, ad eccezione delle spese di adeguamento degli spazi necessari per la realizzazione delle attività progettuali, per cui è previsto un ammontare massimo di 50.000 euro;

m)spese finalizzate al pagamento di indennità e/o rimborso ai beneficiari.

Eventuali ulteriori tipologie di spese non ammissibili saranno tempestivamente comunicate ai soggetti ammessi al contributo.

37Sono ammesse le spese per la creazione eilfunzionamento di landing pager appresentative del progettosu siti web già esistenti.


Maggiori informazioni