Docete – 2018-2019

Docete numero 15 – Giugno – Luglio 2019

DOCETE È SPECIALE!

Editoriale del Presidente e del Direttore responsabile

 

Questo numero di Docete arriva nel periodo delle vacanze estive, per questo è più leggero. tra un’intervista da leggere, un suggerimento di un bel film, un aforisma, le sue pagine vanno via veloci, accompagnando il meritato relax. ma per chi sta già guardando all’inizio del nuovo anno scolastico, offre anche uno speciale, contenente spunti di riflessione su innovazione didattica, apprendimento e valutazione. Autorevoli studiosi hanno offerto il proprio contributo, in forme diverse, per aiutarci a comprendere meglio un tema importante e sempre attuale: apprendimento e sua valutazione.

Attraverso interviste, opinioni, esperienze e pareri, abbiamo voluto mettere in luce lo stato dell’arte in Italia in merito all’insegnamento e acquisizione delle competenze, alla valutazione autentica, ai voti. Si tratta di aspetti sui quali occorre interrogarsi. La scuola è un giudice o “deve dare occasioni di pensiero […] e aiutare gli studenti a costruirsi il proprio progetto di vita”, come sostiene il professor Sacchella, supervisore di tirocinio alla facoltà di Scienze della formazione della Cattolica di Brescia? Somministra solo contenuti o educa davvero anche alle competenze che permettono di “valorizzare i talenti”, come fa osservare il docente universitario rivoltella, per il quale “la scuola delle competenze non è meno seria o meno preoccupata dell’acquisizione culturale rispetto alla scuola del contenuto”. La scuola può liquidare un processo complesso qual è l’apprendimento con un semplice numero o deve evolvere verso una valutazione formativa quale strada “da percorrere per migliorare, consolidare o potenziare i risultati raggiunti”?, come ritiene la psicologa Ciarfella per la quale il voto “implica sul piano soggettivo un contenuto ansiogeno” ed è anche “riduttivo”, a detta della professoressa Nanni, dell’Iprase di Trento, “perché rappresenta un’etichetta per il ragazzo”.

a tutti buona lettura e buone vacanze!

Virginia Kaladich
Presidente Fidae

Gianni Epifani
Direttore responsabile di Docete

Docete numero 14 – Aprile – Maggio 2019

TRAGUARDI RAGGIUNTI… E IN CANTIERE

Editoriale del Presidente

 

Sta per concludersi un altro anno scolastico durante il quale Docete ha accompagnato insegnanti, coordinatori, gestori e famiglie con approfondimenti competenti e attuali, sui principali temi che interessano il mondo della scuola e dell’educazione dei giovani. È questo uno dei servizi che la FIDAE offre agli associati e per il quale rinnovo l’apprezzamento e la gratitudine al gruppo redazionale e agli autori tutti.

È stato un anno intenso quello che volge al termine, in cui la FIDAE ha continuato nel suo impegno per la libertà di scelta educativa. Cito solo alcuni dei risultati ottenuti:

• costituzione del gruppo di lavoro sulla parità scolastica, che ha già dato concretezza ad alcune questioni importanti;

• emanazione, già a marzo, del d.m. che stabilisce i criteri e parametri per l’assegnazione dei contributi: un passo per superare i ritardi nell’erogazione alle scuole;

• apertura alle paritarie nell’accesso ai fondi PON;
• concretizzazione dell’anagrafe degli Istituti.
Restano da affrontare ancora alcune questioni importanti:

quella dell’abilitazione dei nostri docenti e quella della disabilità, su cui la FIDAE continuerà a far sentire la propria voce. Intanto si stanno valutando anche emendamenti alla legge 62/2000.

nei prossimi mesi sono già in calendario alcune iniziative:

• il III Campus estivo, che si svolgerà a Lucca dal 15 al 19 luglio;

• l’incontro mondiale legato al progetto «Io posso!», che si terrà a Roma dal 26 al 30 novembre prossimi, con l’obiettivo di promuovere percorsi stabili di ricerca e formazione per uno sviluppo sostenibile ed integrale degli studenti;

• il Congresso e l’Assemblea nazionale di dicembre (dal 4 al 6)… e tante altre iniziative in cantiere!

DUC IN ALTUM!

Virginia Kaladich
Presidente Fidae

Docete numero 13 – Febbraio – Marzo 2019

SCUOLA PARITARIA: «NON MOLLARE!»

Editoriale del Presidente

 

Siamo nel pieno dispiegarsi dell’anno scolastico, non è ancora tempo di bilanci ma si possono evidenziare le novità e gli sviluppi di alcune linee programmatiche.

tra le news che danno segni di speranza: il 18 gennaio 2019 è stato emanato il DM n. 36 che ha costituito, presso il MIUr, un gruppo di lavoro sulla parità scolastica. tavolo molto evocato dalle maggiori Federazioni e associazioni rappresentative delle scuole paritarie e dai destinatari del servizio scolastico: studenti e famiglie.

Un importante passo in avanti, segno che è stata riconosciuta la necessità di intervenire a sostegno delle scuole paritarie che, con le scuole statali, costituiscono un unico sistema nazionale d’istruzione. a oggi, abbiamo avuto già tre incontri e varie sotto-commissioni. I temi sul tavolo: abilitazione docenti – anagrafe scuole paritarie – D.M. contributi E.F. 2019 – Disabilità – Fondi PON.

Un segnale che ci incoraggia a «non mollare», ad auspicare il pieno raggiungimento della vera parità che garantisca la libertà di scelta della scuola da frequentare, fondata sul diritto di ogni persona a educarsi e a essere educata secondo le proprie convinzioni, e sul correlativo diritto dei genitori di decidere dell’educazione e del genere d’istruzione da dare ai figli.

Il progetto Io poSSo! trova sempre più attenzione e con- sensi. Significativo l’invito rivolto alla FIDAE, dal 7 al 9 marzo u.s., a partecipare, in Vaticano, alla conferenza internazionale “religioni e obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS)” per presentare tale con- tributo in ambito educativo.

continua l’impegno della FIDAE a raggiungere le scuole associate, tante le occasioni di cui troverete traccia sui social: www.fidae.it – twitter @fidaenazionale – facebook @scuolefidae

DUC IN ALTUM!

Virginia Kaladich
Presidente Fidae

Docete numero 12 – Dicembre – Gennaio 2019

Creativi e sempre in dialogo

Editoriale del Presidente

 

Riparte un anno e, per quanti sono impegnati nella scuola, certamente è di grande stimolo quanto ci è stato consegnato nel documento conclusivo dell’ultimo Sinodo: «Vi è stata durante il Sinodo una particolare insistenza sul compito decisivo e insostituibile della formazione professionale, della scuola e dell’università, anche perché si tratta dei luoghi in cui la maggior parte dei giovani passa molto del proprio tempo. […] Una riflessione particolare meritano le istituzioni educative cattoliche, che esprimono la sollecitudine della Chiesa per la formazione integrale dei giovani. Si tratta di spazi preziosi per l’incontro del Vangelo con la cultura di un popolo e per lo sviluppo della ricerca. Esse sono chiamate a proporre un modello di formazione che sia capace di far dialogare la fede con le domande del mondo con- temporaneo, con le diverse prospettive antropologiche, con le sfide della scienza e della tecnica, con i cambiamenti del costume sociale e con l’impegno per la giustizia.

Un’attenzione particolare va riservata in questi ambienti alla promozione della creatività giovanile nei campi della scienza e dell’arte, della poesia e della letteratura, della musica e dello sport, del digitale e dei media, ecc.

In tal modo i giovani potranno scoprire i loro talenti e metterli poi a disposizione della società per il bene di tutti» (dal Documento finale del Sinodo dei Vescovi sui Giovani, la Fede e il Discernimento Vocazionale – 27 ottobre 2018 – n. 158).

I partecipanti all’Assemblea elettiva FIDAE di fine novembre scorso hanno invitato a continuare a impegnarsi, come nell’ultimo triennio, nel sostenere quanti operano nelle scuole con la formazione, lo scambio e l’interlocuzione con le tutte istituzioni.

Con questi incoraggiamenti, dunque si riparte, o meglio si continua.

Buon Anno 2019 a tutti anche da parte del neo-eletto Consiglio nazionale della FIDAE.

DUC IN ALTUM!

Virginia Kaladich
Presidente Fidae

Numero 11 – Ottobre – Novembre 2018

Duc in altum

Editoriale del Presidente

 

Si riparte. Auguriamo buon lavoro alla redazione, la cui programmazione ha tenuto conto del rinnovato apprezzamento per la nuova linea editoriale.

L’anno ci ritrova impegnati su diversi fronti:
• accompagnare la diffusione e la formazione dei docenti relativamente al progetto IO POSSO!, accogliendo la sfida lanciata da Papa Francesco nell’Enciclica Laudato si’: prendersi cura della “casa comune”;
• continuare a seguire il faticoso iter per l’inserimento delle scuole paritarie come beneficiarie del PON (Piano Operativo Nazionale) 2014-20 dando piena attuazione a quanto definito nella Legge di Bilancio 2017. Situazione ad oggi: nei documenti della programmazione ufficiale (Accordo partenariato e PON del MIUR, “Per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento”) sono stati rimossi tutti gli ostacoli normativi che impedivano alle scuole paritarie di accedere ai finanziamenti. Tali documenti sono passati al vaglio della Commissione europea che ha dato il via libera. I tempi dovrebbero essere brevi. Attendiamo fiduciosi;
• continuare a interloquire con i responsabili della comunità civile ed ecclesiale, perché la libertà di scelta educativa in Italia diventi realtà e ci sia equità di trattamento per tutta la scuola pubblica, sia statale che paritaria.

In questo anno si rinnoveranno i vari organismi FIDAE a livello locale e nazionale: pertanto si invitano le scuole FIDAE a lasciarsi coinvolgere partecipando e collaborando. La scuola paritaria cattolica ha bisogno di un impegno per far sentire la sua voce alle istituzioni che ci governano, non possiamo camminare da soli, insieme si può fare di più.

Buon lavoro e un arrivederci agli Eventi FIDAE (Roma, 28/30.XI.2018) sul tema Specchio, specchio delle mie brame: identità e linguaggi degli alunni del XXI secolo.

DUC IN ALTUM!

 

Virginia Kaladich
Presidente Fidae