La scuola non si ferma - Rassegna

Un tavolo allargato per un piano nazionale di istruzione


29 marzo 2021 – Ufficio Nazionale per l’Educazione Cattolica e l’Università

“La frattura educativa causata dalla pandemia e denunciata anche dal Card. Bassetti nei giorni scorsi è un problema serio quanto il calo del Pil e dobbiamo essere pronti fin da subito a porvi rimedio, altrimenti ne pagheremo le conseguenze per i prossimi decenni”.

Così la Presidente Fidae, Virginia Kaladich, ha commentato, in una nota, il documento dell’Ufficio Nazionale per la Scuola e l’Università della CEI dedicato a Ricomporre la frattura educativa. La pandemia e le sfide per l’educazione e la scuola.

“Oggi è necessario prima di tutto garantire a tutti gli alunni il diritto alla connessione, e la pandemia ci ha fatto capire come non tutto il paese sia raggiunto dalla banda larga e soprattutto come non tutte le famiglie abbiano a disposizione più device. La scuola, come ha ricordato il Presidente della CEI, integra, include, accompagna , per questo chiediamo al nuovo Governo che non discrimini nessuno, non esistono alunni di serie A e alunni di serie B, e che anzi coinvolga tutti gli attori in un tavolo di lavoro che porti alla creazione di un Piano nazionale di istruzione”.

[LEGGI L’ARTICOLO SU CHIESACATTOLICA.IT]